ECESP certifica la NP-bioTech

 

ECESP riconosce la NP-bioTech come BUONA PRATICA per l’Economia Circolare

 

Lo European Circular Economy Stakeholder Platform della Commissione Europea, dopo un puntigliosa analisi tecnica della documentazione fornita da ICESP (ENEA), ha riconosciuto la biotecnologia, multi brevettata italiana, NP-bioTech come buona pratica per l’economia circolare (https://circulareconomy.europa.eu/platform/en/good-practices?populate=antifemo).

 

I dettagli sulla tecnologia sono disponibili cliccando sul titolo “NP-bioTech: catalytic biostabilisation for a fast treatment of citrus pulp or sewage sludge into a rich biofertiliser“, da cui si apre una nuova pagina con la scheda tecnica e un video dell’inventore chimico industriale Fabrizio Nardo, il quale introduce la tecnologia utilizzata nello stabilimento siciliano della Red Island Srl (https://redisland.karmadns.eu/economia-circolare/).

 

 

http://www.redisland.it

La Red Island Srl, con la realizzazione di un impianto di compostaggio con processo rapido (RCP), mediante la tecnologia NP-bioTech, è di fatto diventato un sito di produzione di succhi di agrumi a rifiuti zero. Infatti, sia i fanghi di depurazione generati nell’impianto interno allo stabilimento, sia il pastazzo di agrumi, sono trasformati in biofertilizzante per l’impiego in agricoltura biologica; prodotto regolarmente registrato nella sezione dedicata ai fertilizzanti per uso biologico del MIPAAF, sotto il nome di NPT.

 

“In un momento in cui vengono dispiegati i primi progetti flagship del PNRR, dove ogni progetto deve soddisfare i criteri di non aggravamento ambientale, la tecnologia NP-bioTech rappresenta un efficace strumento di implementazione dell’economia circolare”, dichiara Fabrizio Nardo, direttore della tecnologia in Antifemo Srl – Start up Innovati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.