Nuovo impianto NP-bioTech nel Sud-Italia

Affidato ad Antifemo incarico per la progettazione dell’adeguamento di un impianto dicompostaggio da 24.000 ton/anno

Bioreattore NP-bioTech

A cavallo tra ottobre e novembre 2022, è stata condotta una Demo (o Proof of Concept) in un impianto TMB di un’azienda pubblica del mezzogiorno. Il PoC condotto, sotto la supervisione di Fabrizio NARDO (inventore della tecnologia NP-bioTech), per verificare l’efficacia del catalizzatore NP-bioTech ed il conseguimento del livello di stabilizzazione desiderato (IRDP < 1.000 mgO2/kgSV/h), ha avuto una durata di 3 settimane ed non ha utilizzato insufflamento di aria.

Il 25 gennaio 2023, Fabrizio NARDO ha illustrato i risultati della Demo all’assemblea dei soci dell’ente pubblico. La stabilizzazione della biomassa è stata conseguita solo dopo 10 giorni di processo ed il prodotto stabilizzato ha subito una riduzione di peso del 54%. Secondo le stime elaborate dal dr. NARDO l’impiego del processo Rapid Enhanced Composting (REC) NP-bioTech consentirebbe all’Ente un risparmio energetico superiore a 80% e un risparmio per mancato smaltimento in discarica di circa 1,4 Mln€/a.

Grande impressione ha suscitato nei tecnici e nei funzionari pubblici l’assenza di odori sin dal momento della miscelazione della biomassa con il substrato catalitico.

Alla luce dei risultati del PoC, il dirigente dell’ente, ha incaricato Antifemo Srl di elaborare le modificate da apportare ad un impianto di compostaggio, della capacità autorizzata di 24.000 t/a, prossimo all’apertura, per poter impiegare il processo catalitico NP-bioTech. L’impianto collocato in un contesto antropizzato deve mitigare quanto più possibile l’impatto olfattivo e la soluzione di Antifemo risolve il problema alla radice.

Dopo l’impianto NP-bioTech di Caltagirone, presso la società di produzione di succhi di agrumi, Red Island Srl, della capacità di 25.000 t/a, che trasforma il pastazzo di agrumi ed il fango di depurazione in biofertilizzante biologico, questo sarà il secondo impianto con tecnologia REC in funzione in Italia, ma applicato alla FORSU. Il contratto di fornitura della tecnologia NP-bioTech avrà un valore compreso tra 2,5 e 3,5 Mln€, in funzione del livello di automazione dell’impianto nella sua configurazione definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian